banner ulivi

Sito Ufficiale / SUAP / attività / Palestre

Palestre

 APERTURA DI UNA PALESTRA  
Per avviare una palestra deve essere presentata una Denuncia di Inizio di Attività (mod. DIA ) al Servizio Sportello Unico del Comune. L’attività può essere iniziata decorsi 30 giorni dalla data di presentazione della DIA al protocollo comunale, salvo interruzione dei termini.
La comunicazione può essere presentata da una persona fisica o da una società o associazione. In quest’ultimo caso è obbligatoria la nomina di un “gestore” .
I locali adibiti a palestra devono essere conformi alle norme urbanistiche e devono rispettare le norme igienico sanitarie.
Le palestre, le sale ginniche e le strutture sportive aperte al pubblico dietro pagamento di corrispettivi a qualsiasi titolo, anche sotto forma di quote sociali di adesione, per l’esercizio di attività motorie devono nominare un  “responsabile tecnico”  munito di laurea in scienze motorie o titolo equipollente cui è assegnata la responsabilità dell’applicazione dei programmi attuati nella struttura. Gli altri istruttori operanti nella struttura devono essere opportunamente qualificati e muniti di brevetti o titoli rilasciati dalle competenti federazioni sportive ed enti di promozione sportiva.
Sono esclusi dalla presentazione della DIA :

  •  le attività per l’educazione fisica previste dai programmi scolastici del competente Ministero;
  •  le attività motorie e sportive disciplinate da norme approvate dalle Federazioni sportive nazionali, dagli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI praticate nell’ambito di associazioni e società sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI.

Nel caso in cui all’interno della palestra vengono effettuati trattamenti estetici, solarium, sauna ecc  mediante apparecchiature comprese nell’allegato della legge n. 1/90 (disciplina dell’attività di estetista) occorre presentare una denuncia di inizio attività (mod. DIA acconciatori ), con nomina di un direttore tecnico  in possesso del requisito professionale di estetista il quale:

  •  è responsabile dei trattamenti estetici praticati ai clienti e quindi del corretto funzionamento dei macchinari utilizzati;
  •  deve essere presente nel locale per il quale è stato preposto.

 

 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO  

L.R. n. 33 del 4/12/2006 art. 10  

 

 

MODULISTICA  

Mod. DIA  



Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS