banner ulivi

Sito Ufficiale / SUAP / attività / Commercio / Aree pubbliche / Autorizzazioni commercio aree pubbliche tipo B

Autorizzazioni commercio aree pubbliche tipo B

(in forma itinerante)

L’autorizzazione all’esercizio dell’attività di vendita sulle aree pubbliche in forma itinerante, è rilasciata, in base alla nuova normativa (D.Lgs. n. 59/2010 ), dal Comune nel quale il richiedente, persona fisica o giuridica, intende avviare l’attività. (non più dal Comune di residenza).

 

L’autorizzazione di tipo B abilita:

  1. all’esercizio del commercio in forma itinerante;
  2. all’esercizio del commercio nell’ambito delle fiere;
  3. all’esercizio del commercio nell’ambito dei mercati, limitatamente ai posteggi non assegnati o provvisoriamente non occupati;
  4. alla vendita al domicilio del consumatore, nonché nei locali ove questi si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento e svago.

 

Per richiedere l’autorizzazione occorre presentare al Servizio SUAP apposita istanza (MOD RICHIESTA AUT B )

In caso di vendita di prodotti alimentari occorre essere muniti di DIA Sanitaria del mezzo di trasporto.

 

L’esercizio del commercio in forma itinerante, ai sensi dell’art. 7 del regolamento comunale “Piano del Commercio su aree Pubbliche”, è interdetto per tutte le vie e piazze dell’abitato, escluso nelle aree identificate in “posteggio fuori mercato” per motivi di tutela del patrimonio storico, artistico ed ambientale, di sicurezza nella circolazione stradale, di tutela igienico-sanitaria, di compatibilità estetica e funzionale rispetto all’arredo urbano.

Per poter svolgere l’attività di commercio in forma itinerante nel territorio comunale occorre presentare domanda di assegnazione di un posteggio fuori mercato (MOD POST/F.M. ) al Servizio SUAP, con facoltà di scegliere un’area tra quelle individuate dal regolamento comunale e con facoltà di utilizzare più aree nella stessa giornata.

I “posteggi fuori mercato” sono regolamentati dall’art. 87 e successivi del Piano del Commercio su Aree Pubbliche” .

 

Nell’ipotesi di cessione in proprietà o gestione per atto tra vivi dell’attività commerciale, il cessionario provvede ad inoltrare al Comune, sede del posteggio, entro 60 giorni, la comunicazione di subingresso (MOD SCIA SUB e CESSAZIONE ) sottoscritta anche dal cedente, allegandovi l’autorizzazione originale, copia dell’atto di cessione e l’autocertificazione del possesso dei requisiti soggettivi.

Nell’ipotesi di cessione per causa di morte la comunicazione è effettuata dagli eredi che assumono la gestione dell’impresa, i quali in mancanza dei requisiti soggettivi, possono continuare l’attività del dante causa per non oltre sei mesi.



Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS