banner ulivi

Sito Ufficiale / SUAP / Home / News dal SUAP / Archivio News / Nuova procedura per gli esercizi di vicinato

Nuova procedura per gli esercizi di vicinato

Importanti novità legislative sono state introdotte dal D.Lgs. n. 59/2010 , legge di attuazione della direttiva 2006/123/CE (direttiva Bolkeistein) nelle procedure di “Apertura di un nuovo esercizio ”, ”Apertura per subingresso“Variazioni”  o “Cessazione”  di un’attività di vicinato.

In luogo della comunicazione (COM 1) occorre presentare al Comune, ai sensi dell’art. 65 del D.Lgs. n. 59/2010 , una  Dichiarazione di Inizio di Attività (D.I.A.)  ad efficacia immediata, con i relativi allegati.

L’attività di vicinato, ai sensi della nuova normativa, può avere inizio dalla data di presentazione della D.IA. al protocollo comunale  (art. 19 – comma 2- secondo periodo, della legge n. 241/1990).

L’Ufficio, in caso di istruttoria positiva, comunica all’interessato la presa d’atto della D.I.A indicando il numero di registrazione al protocollo comunale della stessa.

L’amministrazione comunale, in caso di accertata carenza delle condizioni, modalità e fatti legittimanti, nel termine di 30 gg. dalla data di presentazione della dichiarazione, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione dei suoi effetti, salvo, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformarsi, entro un termine fissato dall’amministrazione.

La presente procedura è entrata in vigore l’8 maggio e si applica fino a nuove disposizioni di attuazione delle regioni (clausola di cedevolezza art. 84 del D.Lgs. n. 59/2010 ).

 



Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS